Luciano Ligabue: testo “Nel tempo” – Maggio 2010


TESTO CANZONE: NEL TEMPO
LUCIANO LIGABUE – ALBUM “ARRIVEDERCI, MOSTRO!” – MAGGIO 2010
NEL TEMPO

C’ero quando sono nato
c’ero quando son cresciuto
Zorro Black e Braccobaldo
Belfagor e Carosello
ed hanno ucciso Lavorini
e dopo niente è stato come prima

c’ero sulla millecento
che mio padre urlava un po’ a chiunque
c’ero la mia prima volta
non l’avevo neanche scelta
certo che era bella svelta
non potevo mica perder tempo

tutto il tempo lì a tenere il tempo
che fosse un mondo o solo fantasia
o quello di una batteria
era sempre tempo

c’ero nel settantasette
a mio modo e col mio passo
il processo a De Gregori
c’ero coi Police a Reggio
c’erano due torri e un muro
e Berlinguer e Moro lì

nel tempo
tutti quegli scherzi che fa il tempo
tutte quelle foto che non ho
ne ho scattate solo un po’
non ne ho mai avuto il tempo

tutto il tempo lì a tenere il tempo
che fosse il mondo o solo fantasia
o quello di una batteria
era sempre tempo

c’ero quando ho preso casa
c’ero molto poco e quindi poche scuse
c’ero quando ho fatto male
c’ero anche quando mi hanno fatto male
c’ero sempre nel mio viaggio
l’occhio al finestrino
e Falcone e Borsellino lì

nel tempo
tutto il tempo lì a tenere il tempo
che fosse il mondo o solo fantasia
o quello di una batteria
era sempre tempo
tutti quegli scherzi che fa il tempo
tutte quelle foto che non ho
ne ho scattate solo un po’
non ne avevo il tempo

RITORNA A VISIONARE TUTTE LE CANZONI DELL’ALBUM “ARRIVEDERCI, MOSTRO!”

Commenti

commenti